madonnaddolorata

madonnaddolorata:

oggi è santa maria maddalena.

la prima opera è maria maddalena penitente del caravaggo.

la seconda è una maria maddalena in estasi attribuita al caravaggio.

conosciuta come la santa protettrice delle prostitute.

si narra che, dopo la morte di Gesù Cristo, usò la sua nomea per ottenere un invito a un banchetto dato da Tiberio. Quando lei lo incontrò, teneva un uovo, simbolo di rinascita, nelle sue mani ed esclamò “Cristo è risorto!” Tiberio rise, e disse che la resurrezione di Gesù Cristo dalla morte era probabile quanto il farsi rosso di quell’uovo nella sua mano. Secondo la leggenda, prima che finisse di parlare, l’uovo nella sua mano diventò rosso sul serio.

è stata la prima a visitare il santo sepolcro dopo la morte di cristo ed è chiamata “l’amato discepolo”.

Conferme che Maria Maddalena sarebbe stata l‘“amato discepolo” si trovano nei vangeli gnostici, per esempio in quelli di Nag Hammadi.

Nei frammenti del testo apocrifo ritrovati fra i Codici di Nag Hammâdi si legge che «la compagna del Salvatore è Maria Maddalena, Cristo la amava più di tutti gli altri discepoli e soleva spesso darle dei baci». La frase sarebbe comunque una ricostruzione perché nel manoscritto ci sarebbero in realtà degli spazi vuoti, evidenziati di seguito con delle parentesi: La compagna del ( ) Maria Maddalena ( ) più di ( ) discepoli ( ) baciarla ( ) sulla ( ).

La parola usata per “compagna” nel testo copto del vangelo di Filippo è inoltre un prestito dall’originale greco koinônós. Questo termine non significa “sposa” o “amante”, bensì “compagna” ed è comunemente usata per indicare rapporti di amicizia e fratellanza. Ma in quello stesso vangelo, che secondo gli studiosi non risale a prima della seconda metà del II secolo, il bacio è un segno rituale comune anche agli altri personaggi.

(secondo me scopavano)

la storia dei capelli per asciugare i piedi di cristo è nota ai più.

Il suo piede è oggi conservato nella Basilica di San Giovanni de’ Fiorentini.